4 out of 5 dentists recommend this WordPress.com site

Archivio per la categoria ‘vita’

Lavoro e dignità

Articolo di Marco Cedolin

Sul fatto che il lavoro possa rappresentare la dignità, così come si evince da uno striscione “lavoro é dignità” srotolato da un manipolo di operai dell’Ilva di Taranto, impegnati ad occupare a turno l’altoforno in odore di chiusura, continuiamo ad avere molti dubbi.Il lavoro molto spesso non é altro che un sacrificio necessario per vivere o sopravvivere e nel migliore dei casi può rivestire un ruolo importante nell’ambito della realizzazione personale, ma non rende liberi, nè tanto meno dignitosi.
La dignità é un qualcosa che alligna nel nostro animo e traspare dalle azioni che compiamo tutti i giorni, a prescindere dal fatto che noi si lavori o si sia disoccupati. (altro…)
Annunci

Quel pallido puntino azzurro

tratto da: http://www.comedonchisciotte.org

DI COLIN TODHUNTER
globalresearch.ca

Una delle più impressionanti fotografie mai scattate fu opera di una macchina, non di una persona. Il nome della fotografia è “Pale Blue Dot” ( punto azzurro, ndt.). Si tratta di un’immagine della Terra presa nel 1990 dalla sonda Voyager, a circa 6 miliardi di chilometri dal nostro pianeta, mentre la navicella stava lasciando il Sistema Solare. La Terra appare come un minuscolo punto, quasi perduto nella vastità dello spazio.

“Blue Marble” (biglia blu, ndt.) è un’altra immagine dallo spazio che mostra la Terra. Fu scattata dall’Apollo 17 nel 1972. L’intero pianeta è un vivido, incantevole turbinio di profondi oceani blu, bianche nuvole sparse e solide masse di terra verde posto in netto contrasto con l’apparente vuoto spaziale.

Vedere la magnifica fragilità della Terra appesa in un’impressionante distesa di nero è meraviglioso quanto mortificante. L’astrofisico Carl Sagan ha commentato riguardo al “Pale Blue Dot” dicendo che là fuori, nello spazio, non c’è alcun sospetto, nessun indizio, che ci sia vita qui. Non c’è traccia dei battibecchi, dell’atteggiarsi, delle religioni, delle civiltà o dottrine umane.Non c’è alcuna possibile comprensione dell’intensità o dell’ampiezza delle umane gioie e meraviglie, pregiudizi e sofferenze. (altro…)

Prendi una pianta

Prendi una pianta appena nata, attorciglia un fil di ferro attorno al germoglio, piega il fil di ferro secondo il tuo gusto, in modo che possa darti soddisfazione; la pianta crescerà seguendo un andamento innaturale. Hai compiuto violenza su di essa, ma continuerà a respirare, storta, secondo il tuo progetto, per un tuo fine. (altro…)